Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

ILVA: operaio gravemente ustionato per scherzo di un collega, che ora è stato arrestato

Cronaca

Scritto da il 19 Aprile 2013 - 12:13

Sembrava l’ennesimo incidente sul lavoro, invece a ferire un operaio dell’Ilva causandogli ustioni gravi al ventre e alle gambe è stato un collega, per uno scherzo finito male.
cokeria-ilva-tarantoIeri pomeriggio, alle ore 19:30 circa, un operaio tarantino di 38 anni, del settore Pulizia Piazzali dell’ILVA, ha subìto, all’interno del magazzino adibito a deposito materiali, lesioni personali gravi da parte di un collega, il quale, verosimilmente per scherzo, gli ha buttato sulla parte bassa dell’addome e sulle gambe dell’alcool che teneva in una bottiglietta di plastica, dandogli immediatamente fuoco.

Il malcapitato, subito soccorso dai colleghi, fra cui anche il feritore, è stato trasportato dapprima presso l’ospedale SS Annunziata di Taranto, dove sono state riscontrate ustioni agli arti inferiori, all’addome ed alla mano destra. Poi, valutata la gravità delle lesioni, è stato condotto presso il centro grandi ustionati dell’ospedale “Perrino” di Brindisi, ove è stato ricoverato, con 30 giorni di prognosi.

Gli accertamenti effettuati nell’immediatezza dell’evento dai Carabinieri della Compagnia di Taranto, del Nucleo Investigativo e della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo Provinciale dell’Arma, hanno consentito di acclarare tale dinamica, sebbene l’aggressore ed altri tre colleghi avessero tentato di depistare le indagini, sostenendo che il ferito fosse stato vittima di un infortunio sul lavoro, mentre scendeva da una macchina operatrice.

La mancanza di segni di bruciatura in prossimità del mezzo ed il rinvenimento di frammenti di materiale bruciato in un gabbiotto del capannone dove era accaduto l’evento hanno consentito di chiarire i fatti, anche perché gli interessati, già nelle prime fasi dell’episodio, si sono manifestati incerti nel riferirne i dettagli, entrando in contraddizione.

La tempestività delle indagini ha chiarito invece l’esatta dinamica dei fatti e la responsabilità dell’arrestato, un 37/enne incensurato residente in un centro della provincia che è stato accompagnato, in regime di arresti domiciliari, presso la sua abitazione di residenza, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica del Tribunale di Taranto, Dott.ssa Giovanna Cannarile

ILVA: operaio gravemente ustionato per scherzo di un collega, che ora è stato arrestato

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi