Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Taranto? Altro che bonifiche: per dimenticare i guai ambientali ci vuole la Champions League….

Editoriale

Scritto da il 27 aprile 2012 - 1:42

Una Coppa dei Campioni ...fumante

Ma quali perizie, processi, bonifiche o smantellamenti: ci vuole qualcosa di più concreto. L’Ilva di Taranto può iniziare subito a risarcire la città e per farlo – secondo una candidata alle prossime elezioni comunali nel capoluogo jonico – dovrebbe acquistare il Taranto Calcio, rilanciarlo e fare in modo che vada in Champions League.

Il volantino

«Che il sacrificio di respirare piombo – è scritto sul volantino commissionato dall’aspirante consigliera – abbia almeno la sua piccola contropartita immediata, fattibile, efficace in termini di rilancio dell’economia e del turismo. Mentre aspettiamo che lo studio delle soluzioni di vivibilità ci porti risultati concreti e contemporaneamente continuiamo a mangiare diossina vogliamo i grandi del calcio europeo a Taranto, che ci porteranno di conseguenza i turisti, i media, il lavoro, il denaro».

Basta con le chiacchiere irrealizzabili. Per la candidata: «Se l’Ilva non può pulirci i polmoni e il guard rail dalle polveri e dai minerali nell’immediato futuro, che almeno ci faccia dimenticare questa sofferenza ogni tanto, mentre guardiamo giocare la squadra del Taranto».

D’altra parte, nello scrivere il suo programma elettorale, la candidata-tifosa avrà pensato che se a Brindisi il carbone dell’Enel ha portato al top la locale squadra di Basket, perché a Taranto altrettanto non dovrebbero poter fare con il calcio le ciminiere dell’Ilva?

Aggiornamento: La replica della candidata.

Taranto? Altro che bonifiche: per dimenticare i guai ambientali ci vuole la Champions League….

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO