Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Reggio Emilia: coppia rapisce figlia da istituto

Dall'Italia e dal mondo

Scritto da il 17 Luglio 2010 - 15:59

Si tratta del secondo rapimento in pochi mesi, potrebbero essere armati.

Anna Giulia

La piccola Anna Giulia

Sono state estese in tutta Italia le ricerche di Massimiliano Camparini e Gilda Fontana, i due genitori di Reggio Emilia che hanno “rapito” ieri pomeriggio la propria figlia Anna Giulia di 5 anni che era affidata ad una comunità di accoglienza di Marina di Massa (Massa Carrara).

Al padre e alla madre il Tribunale dei Minori di Bologna ha tolto due anni fa la bambina per problemi legati alla droga e l’ha affidata ai servizi sociali di Reggio Emilia.

Massimiliano Camparini e Gilda Fontana

Secondo una prima ricostruzione, i due, dopo essersi introdotti da una finestra, minacciandole con delle pistole avrebbero sottratto la piccola alle suore che gestiscono la struttura dove era ospite. Ma gli inquirenti, mantenendo il più stretto riserbo sulle indagini, non confermano né smentiscono. Il legale dei coniugi Camparini, avv. Francesco Miraglia, alla domanda se siano o meno in possesso di un arma, ha detto: «Questo non lo so, ma so solo che i genitori in nessun modo vogliono commettere reati».

«Siamo scioccate e turbate, non vogliamo dire nulla di più, per favore». Sono queste le uniche parole che si limitano a dire le suore dell’Istituto Opera Piccole Figlie di Maria, la comunità di accoglienza di Marina di Massa da dove ieri è stata “rapita” la piccola, rispondendo alle richieste dei tanti giornalisti, fotografi e cineoperatori che si sono portati davanti al Convento San Francesco.

Già nel marzo scorso la bambina era stata prelevata dai genitori da una struttura di accoglienza di Reggio Emilia, in quel caso, dopo quattro giorni, la coppia fu ritrovata mentre stava per varcare il confine con la Slovenia con la propria figlia.

Ad aprile i due genitori si erano incatenati davanti al Colosseo e a maggio scrissero anche una lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per chiedere un aiuto per poter riavere la loro piccola Anna Giulia.

Reggio Emilia: coppia rapisce figlia da istituto

COMMENTA L'ARTICOLO