Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Rapina a Mesagne, arrestati tre giovani di Latiano

Cronaca

Scritto da il 21 novembre 2014 - 12:01

Aggiornamento: anche il terzo è stato arrestato.

rapina-mesagne-fratelliDue fratelli di Latiano sono stati arrestati ieri sera a Mesagne, dagli agenti del Commissariato di Polizia e dai Carabinieri della locale stazione, perché ritenuti responsabili di una rapina perpetrata poco prima ai danni di una tabaccheria.

Erano circa e 19:30 quando in via Torre Santa Susanna, a Mesagne, nella rivendita di tabacchi di Vincenzo Dell’Atti, avevano fatto irruzione due giovani travisati con passamontagna e armati di pistola che si erano fatti consegnare dal titolare l’incasso, ammontante a circa 900 euro, nonché decine di pacchetti di sigarette.

Ad azione ultimata, i due si erano immediatamente dati alla fuga nelle vie di Mesagne.

Dopo l’allarme, le due volanti della Polizia in servizio di controllo del territorio, nonché quella in abiti civili della Squadra di Polizia Giudiziaria, avevano ascoltato i testimoni acquisendo le informazioni sulla dinamica del fatto, sulle fattezze fisiche dei malviventi e sull’abbigliamento indossato.

Le ricerche dei malviventi erano state intraprese anche dai Carabinieri della locale Stazione, allertati dai colleghi del commissariato.

polizia-mesagne

Controlli della Polizia a Mesagne

Poco dopo, un pattuglia della Polizia aveva notato, a bordo di un Alfa 147 ferma in via Tumo, un individuo che si comportava in modo sospetto, che guardava ripetutamente e nervosamente nello specchietto retrovisore.
All’interno dell’auto, sottoposta a controllo dagli agenti, oltre al giovane vi era la patente del fratello e il cellulare di un terzo elemento.

Contestualmente la pattuglia dei Carabinieri, in rione Seta, aveva appena fermato un individuo armato di pistola e in possesso di parecchio contante in pezzi da 20, 10 e 5 euro. Si trattava del fratello del ragazzo che era in auto.

I due soggetti Davide, incensurato, e Vincenzo Librale, censurato, di Latiano, rispettivamente di 18 e di 26 anni, dopo l’attività di ricostruzione dei fatti effettuata in sinergia da Polizia e Carabinieri, sono stati arrestati e condotti nel carcere di Brindisi, su disposizione del magistrato di turno, dott. Pierpaolo Montinaro.

La pistola detenuta ed utilizzata per la rapina era provento di furto effettuato a Francavilla Fontana, perciò Vincenzo Librale è accusato anche di ricettazione.

I due arrestati, che non avevano precedenti, considerati gli elementi raccolti a loro carico, hanno confessato le loro responsabilità dinanzi al loro avvocato.

Inoltre è stato identificato un terzo complice che ora è ricercato, che è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Latiano, si tratta del 18/enne Giammarco Macrì. Il giovane, censurato, messo alle strette, si è consegnato stamattina in caserma.

Proseguono gli accertamenti per verificare se gli stessi possano essere coinvolti in rapine avvenute con modalità simili nei comuni vicini.

Rapina a Mesagne, arrestati tre giovani di Latiano

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO