Quante volte al giorno leggi le notizie e gli aggiornamenti di Oria.info? Rispondi al nostro sondaggio su Facebook

CHIUDI

Oria.info Notizie

Quando cambia l’ora nel 2014

Dall'Italia e dal mondo

Scritto da il 25 marzo 2014 - 1:13

cambio-ora-orario-legale

Ora legale – a marzo

Quando cambio l'ora

Ora solare – ad ottobre

È un appuntamento molto atteso quello del cambio dell’orario in primavera, cioè il passaggio dall’Ora Solare all’Ora Legale, portando un’ora in avanti le lancette degli orologi.

Rappresenta per molti la sostanziale fine del cupo inverno e l’avvio delle lunghe giornate di sole primaverili.

Un po’ meno atteso, se non per la possibilità di dormire un’ora in più per un giorno, è il cambio dell’ora autunnale, con il passaggio dall’ora legale all’ora solare. Portando un’ora indietro le lancette degli orologi, le ore pomeridiane con la luce del sole vengono ridotte.

Quando cambierà l’orario nel 2014

Link sponsorizzati

Nel 2014 l’ora legale tornerà nella notte tra sabato 29  e domenica 30 marzo. Sarà necessario spostare le lancette un’ora in avanti, cioè 02:00 della notte bisognerà fare un balzo alle 03:00. Molti dispositivi, come computer e smartphone, ci faciliteranno la vita, in quando aggiornano automaticamente l’orario.

L’ora solare ci aveva accompagnato da domenica 27 ottobre 2013. Nel 2014 l’ora solare tornerà nuovamente  nella notte tra sabato 25  e domenica 26 ottobre 2014.

Con quale criterio vengono stabilite le date di passaggio all’ora legale?

L’ora legale è una convenzione, cioè un accordo. Non tutti sanno che dal 1996 esiste un criterio comune adottato negli stati europei per stabilire la data di cambio dell’orario:
- L’ora legale inizia l’ultima domenica di marzo, alle ore 02:00 italiane si sposta l’orario alle 03:00;
- L’ora solare torna in vigore l’ultima domenica di ottobre, alle ore 03:00 italiane si sposta l’orario alle 02:00;
I cambi avvengono in tutta Europa in contemporanea.

Ma le giornate si allungano o no?

Giova evidenziare che il cambio di orario non influenza la durata del dì, cioè il numero complessivo di ore di sole durante la giornata. Consente solo di “trasferire” un’ora di luce dal primo mattino, quando quasi tutti ancora dormono, al tardo pomeriggio. Questo passaggio consente un grande risparmio nei consumi di elettricità per l’illuminazione.

Le giornate, intese come ore di luce, d’estate effettivamente si allungano. Ad influenzare la durata del dì è l’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica (il percorso apparente che il Sole compie in un anno rispetto allo sfondo della sfera celeste).

Detto in parole semplici, durante l’estate la parte superiore della Terra (emisfero nord) è inclinata in modo da essere più esposta al Sole, quindi cattura più calore e ha più ore di luce.

Durante l’inverno è la parte inferiore della Terra (emisfero sud) ad essere inclinata verso il Sole, quindi in quelle zone è estate. Noi nell’emisfero nord invece siamo colpiti da raggi solari più obliqui, che riscaldano molto meno, e siamo più in ombra, cioè abbiamo meno ore di luce.

Quando cambia l’ora nel 2014

Argomenti correlati:

 


COMMENTA L'ARTICOLO