Quante volte al giorno leggi le notizie e gli aggiornamenti di Oria.info? Rispondi al nostro sondaggio su Facebook

CHIUDI

Oria.info Notizie

Pasquetta 2012 in Puglia – ad Oria centro storico, castello, Santi Medici, mummie…

Eventi

Scritto da il 6 aprile 2012 - 15:06

Meta ideale, perché posta in posizione strategica, al centro tra le province di Brindisi, Taranto e Lecce, Oria offre per la Pasquetta 2012 numerose attrattive. A seguire il programma proposto dall’Assessorato al turismo della città di Oria, corredato con alcune foto di Oria.info.

Mummie di Oria

Il giorno di Pasquetta Oria apre le sue porte a tutti i turisti che vorranno passare un’indimenticabile giornata, immersi in un’atmosfera di arte, cultura, storie e leggende.

In un ideale viaggio nel tempo, i visitatori attraverseranno i tremila anni della città, percorrendo il caratteristico centro storico, ricostruito sull’antico schema urbanistico del quartiere ebraico, e visitando i tanti monumenti aperti per l’occasione.

Dedali di stradine, corti e giardini pensili, accompagneranno gli ospiti sotto le mura del Castello Svevo (ndr. purtroppo non è visitabile all’interno in questo periodo) e alle porte della maestosa Basilica Cattedrale. L’imponente edificio barocco del XVIII sec. dall’aspetto sobrio, elegante e teatrale, richiama, dal colle che domina la piana salentina, il Culto e i Miracoli dei Santi Medici Cosma e Damiano, i nostri Fratelli Arabi, e l’arrivo dall’Oriente di San Barsanofio di Gaza.

Panorama con il Castello di Oria

Scrigno di tesori la Basilica,

Dettaglio della facciata della Basilica Cattedrale di Oria

al suo interno, conserva gli antichi Ipogei, in origine cimiteri sotterranei e oggi custodi dei Tesori della Cattedrale e la Cripta dell’Arciconfraternita della Morte (o delle Mummie).
L’Oratorio del XVII sec. ospita le bellissime statue della Passione e l’antica Cripta del XV sec. i cadaveri disidratati dei membri dell’Arciconfraternita, che faranno rivivere l’impresa di Otranto del 1481 e il rito della mummificazione.

L’affascinante visita alla città si completa con una passeggiata al Santuario di San Cosimo alla Macchia, poco distante da Oria, dove il Museo Etnografico Regionale Pugliese (Museo della Civiltà Contadina Pugliese) con 3 ampi saloni dedicati al Mondo Contadino ,alla Vita Sociale ed ai Mestieri Scomparsi si fa ammirare come tra i più grandi d’Italia con i suoi oltre 5000 pezzi.

Santuario di San Cosimo alla Macchia

Con Foto, Arredi, ricostruzioni di ambienti ed una vasta collezione di giornali e riviste d’epoca, offre un ritratto fedele di storia passata e vissuta; la cultura contadina ed artigiana degli ultimi due secoli, è raccontata, direttamente dal protagonista (e proprietario Sig. Gerardo Andriulo), con l’idea che gli oggetti prodotti dall’uomo abbiano ancora oggi la capacità di raccontare delle storie,
Il Palazzo Sedile di Oria

Il Palazzo Sedile di Oria, nel centro storico di Oria

nelle quali la vita quotidiana della gente comune ha avuto tanto valore quanto la storia dei grandi e dei potenti. Una vastissima collezione di conchiglie, di farfalle, di insetti e di reperti provenienti dall’Amazzonia,rappresenta una finestra su un mondo ed un paesaggio naturale sempre più a rischio di estinzione. Tra gli ultimi reperti oggetti di tortura dell’Inquisizione con le “Maschere della Vergogna”, una Berlina e una Ghigliottina usata nel 1800 a Lecce e Catanzaro e rari oggetti di detenzione, come la “Palla al piede” e le manette.

A completare il ricco calendario di appuntamenti l’apertura dell’Antico Frantoio Ipogeo di via Papatodero e il Museo delle Torture.

Pasquetta 2012 in Puglia – ad Oria centro storico, castello, Santi Medici, mummie…

Argomenti correlati: , , , , , ,

 


COMMENTA L'ARTICOLO