Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: Sviluppo e Lavoro non è con Pomarico

Politica

Scritto da il 13 marzo 2011 - 23:55

Emilio Mola interviene a proposito dell’utilizzo del simboli di Sviluppo e Lavoro da parte del candidato sindaco Pomarico, smentendo qualsiasi appoggio.

Nonostante la ferma volontà di non prendere posizione pubblica su alcune vicissitudini che hanno caratterizzato lo scenario politico oritano negli ultimi mesi, mi vedo costretto a farlo dopo l’ennesima prova di forza e soprattutto di arroganza perpetuata dal candidato sindaco Pomarico e dalla “baracca” che lo sostiene. Posso affermare che il consigliere regionale Giovanni Brigante (d’altronde confermato da una mail inviatami il 10/03/2011 che vi allego con contenuti da me conosciuti anche in data precedente) non ha mai espresso la volontà di sostenere il candidato Pomarico come Sviluppo e Lavoro.

Rimane indubbio però, che il candidato sindaco Pomarico e la sua baracca arlecchina, e per alcuni versi pulcinella, non hanno mai seguito le vicissitudini politiche e associative del nostro paese, rimanendo invece ancorati e occupati totalmente alla divisione della eventuale torta e alla realizzazione di una strategia elettorale atta ad accaparrarsi quanti più simboli possibili o per meglio dire scatole vuote per far passare il concetto di essere in tanti.

Il simbolo da loro utilizzato illecitamente nel manifesto, non è quello di Sviluppo e lavoro, bensì è un simbolo appartenente a un gruppo di ragazzi, simbolo ideato per prendere le distanze da eventuali appartenenze politiche e da eventuali direttive non condivise giunte da Brindisi (che comunque non ci sono mai state).

Né al signor Pomarico, né a persona facente parte della baracca è stata mai data l’autorizzazione a fare uso di tale simbolo e ritengo, assumendomi tutte le responsabilità, che sia stato estrapolato dal profilo Fb dell’associazione o comunque con ausilio di altri mezzi al limite della legalità se non del tutto illegali. Faccio presente anche che, se in futuro al candidato Pomarico servisse qualche altro logo, nel nostro gruppo ci sono persone abbastanza fantasiose che riescono a idearli in maniera veloce e a costo zero. Vogliate però chiederlo e non farne uso in maniera del tutto arbitraria.

Io e il gruppo, come nostra abitudine, ascoltiamo tutti e quindi saremo spettatori attenti alla presentazione del candidato Pomarico speranzosi di ricevere se non scuse, quanto meno giustificazioni in merito all’increscioso accaduto. Inoltre saremmo lieti di ascoltare quanto ha da riferire in merito il nostro ex punto di riferimento Brigante Giovanni verso cui nutriamo ancora per adesso stima e fiducia dovuta alla disponibilità e soprattutto alla libertà di scelta individuale accordataci fin dall’inizio, e rammaricati del fatto di non essere più legati a lui associativamente.

Oria: Sviluppo e Lavoro non è con Pomarico

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO