Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: stangata Tares, il sindaco scrive ai cittadini

Politica

Scritto da il 14 Novembre 2013 - 17:12

Riportiamo integralmente il testo diffuso dal sindaco Cosimo Pomario.

Cosimo Pomarico, sindaco di Oria

Cosimo Pomarico, sindaco di Oria

Carissimi Concittadini,com’è noto, una nuova tassa (TARES) imposta dal Governo centrale sta per essere scaricata sulle tasche di tutti i Cittadini italiani con il pagamento della prima rata entro il 15 dicembre prossimo. Le successive tre sono previste per il 31 gennaio 2014, 28 febbraio 2014 e 31 marzo 2014.

La TARES è un’ altra tassa ingiusta e vessatoria voluta dal Governo Monti, lasciando immutati i privilegi della cosiddetta casta e senza colpire i grandi patrimoni e le rendite finanziarie.

Una tassa apparentemente comunale che dovrebbe assolvere al compito di coprire totalmente il costo del servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti, ma che, di fatto, impone, indistintamente, una maggiorazione di euro 0,30 centesimi a mq. che vengono versati direttamente allo Stato! Con il risultato che i Cittadini, le Imprese, i Commercianti, pagheranno di più! Alcune categorie fino a due-tre volte della vecchia TARSU!

Il Governo, non avendo il coraggio di applicare direttamente una nuova tassa la camuffa all’interno della TARES usando ancora una volta i Comuni come semplici esattori incaricati alla riscossione, senza alcuno beneficio per il nostro territorio e per la Città.

Le utenze più colpite saranno le attività commerciali, come ristoranti, bar, ortofrutta, in base al principio legislativo : << Chi inquina di più, paga di più!>> Un principio che può apparire idealmente corretto , ma che stride profondamente con i tanti sbandierati intenti del Governo di voler rilanciare l’economia del nostro Paese!

Da parte nostra, con il regolamento approvato in Consiglio Comunale, si è cercato di raggiungere il più possibile degli equilibri fra le diverse utenze, ponendo molte agevolazioni a carico del bilancio comunale e non spalmandoli sull’intera cittadinanza!

Il regolamento comunale ha cercato di mitigare l’impatto “TARES”, mantenendo le agevolazioni TARSU e introducendone delle nuove, come ad esempio: nucleo familiare con studenti e lavoratori fuori sede, utilizzo del compostaggio domestico, aree scoperte e locali per uso stagionale, zone dell’agro di fatto non servite dal servizio porta a porta (60% di riduzione).

Il regolamento è pubblicato sul sito del Comune di Oria.

L’Ufficio Tributi è, come sempre, a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento i giorni LUNEDI e MARTEDI dalle 9,00 alle 12,00 e GIOVEDI pomeriggio dalle 16,00 alle 18,00.

A breve, inoltre, potrete trovare la risposta alle domandi più frequenti, in apposita sezione del sito del Comune di Oria.

L’Assessore ai Tributi Avv. Mariagrazia Iacovazzi

Il Sindaco Cav. Cosimo Pomarico

Oria: stangata Tares, il sindaco scrive ai cittadini

COMMENTA L'ARTICOLO