Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria ricorda a 25 anni di distanza le vittime del caporalato e i caduti sul lavoro

Informazioni

Scritto da il 25 agosto 2018 - 17:42

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 26 agosto 1993

Una celebrazione in memoria delle vittime del caporalato e di tutti i caduti sul lavoro si terrà oggi, sabato 25 agosto 2018, alle 20:30, presso il Monumento alle Vittime del Caporalato di Oria situato nella parte iniziale di viale Regina Margherita.

L’iniziativa ricade nel venticinquesimo anniversario dell’incidente stradale avvenuto sulla provinciale per Torre S.S. che nel 1993 strappò la vita a tre braccianti agricole di Oria.

Interverranno don Francesco Sternativo (parroco di San Francesco di Paola in San Barsanofio e assistente spirituale del Movimento lavoratori Azione cattolica della Diocesi di Oria); Renato Vernile (segretario del circolo Pd di Oria); Lorenza Conte (già bracciante agricola, presidente del Consiglio comunale di Oria e consigliera comunale delegata alle iniziative contro il caporalato). All’iniziativa sono stati invitati il sindaco di Oria, Maria Lucia Carone, e tutta l’amministrazione comunale.

Saranno ricordate le vittime del caporalato: Lucia (17 anni), Donata (23 anni) e Pompea (16 anni) braccianti di Ceglie morte sulla Brindisi-Taranto di ritorno dal lavoro il 20 maggio 1980, Anna de Gaetani di Oria morta nel 1986 e le tre vittime del citato incidente del 1993, Maria Marsella (25 anni) Antonia Carbone 29 anni) e Maria dell’Aquila (51 anni), oltre a Annamaria Torno di Taranto morta nel 1996.

Il ricordo sarà esteso tutte le altre vittime del caporalato alle tante altre vittime del lavoro di Oria come: Mimmo Vitale, Donato Carbone, Tommaso Micelli, Damiano Spina, Claudio Marsella, Francesco De Milito, Andrea D’Alessano. Armando Penta. Sergio Arpa. Vito Diviggiano. Oronzo Pentassuglia e Antonio Carbone.

 

Oria ricorda a 25 anni di distanza le vittime del caporalato e i caduti sul lavoro

Argomenti correlati: , ,

COMMENTA L'ARTICOLO