Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: Parco Montalbano centro culturale con biblioteca e museo. Via l’oratorio

Informazioni, Politica

Scritto da il 8 luglio 2016 - 16:08

«La biblioteca pubblica, via di accesso locale alla conoscenza, costituisce una condizione essenziale per l’apprendimento permanente, l’indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell’individuo e dei gruppi sociali».

Così recita il Manifesto UNESCO per le biblioteche pubbliche e questo è il punto di partenza della delibera di Giunta Comunale di Oria n.125, del 24 maggio 2016, con la quale l’amministrazione comunale di Oria ha deciso lo spostamento della Biblioteca Comunale “De Pace – Lombardi” presso i locali situati all’interno dell’importante parco di Montalbano.

Istituita il 12 aprile 1862 con l’accettazione di circa duemila volumi donati dal Padre dei Minori Conventuali, Francesco Giuseppe De Pace, e poi arricchitasi di altre tremila volumi, provenienti dalla cospicua raccolta del dotto mecenate Arcidiacono Renato Lombardi, la Biblioteca Comunale “De Pace – Lobardi” ha subìto nel corso del tempo diversi spostamenti, fino all’attuale sede nel seminterrato del palazzo municipale.

montalbano-chiostro

Il Chiostro di Montalbano durante un evento e i locali da impiegare come biblioteca

I locali seminterrati usati attualmente appaiono, secondo la giunta, inadeguati a garantire la piena fruibilità da parte degli utenti, anche perché gli spazi sono piccoli e angusti e, soprattutto, non sarebbero idonei alla conservazione del patrimonio di testi antichi di cui è proprietario il Comune di Oria e per il restauro dei quali è stato ottenuto un finanziamento di circa novecentomila euro.

Inoltre la biblioteca comunale, adeguatamente collocata, secondo il parere unanime del sindaco, Cosimo Ferretti, e degli assessori, potrà divenire elemento centrale della vita culturale della città, nonché attrattore turistico se inserita in un percorso turistico-culturale all’interno di Parco Montabano.

I locali da utilizzare sono quelli posti al di sopra della scuola dell’infanzia, precedentemente adibiti ad aule per le scuole medie, accessibili dal chiostro situato nell’omonima via Renato Lombardi.
Lì, secondo l’organo esecutivo cittadino, potrà sorgere un centro culturale per conferenze e congressi, una mostra permanente dei testi antichi e uno spazio per attività socio-educative.

Per realizzare tutto ciò saranno messi in campo vari interventi di carattere amministrativo, ma anche lavori per predisporre impianti di allarme e sicurezza e per l’adeguamento funzionale degli spazi.

La prima procedura da mettere in atto, e per alcuni versi quella più onerosa in termini politici, è la liberazione dei locali, che attualmente sono utilizzati dall’Oratorio SING.
Tale associazione, secondo quanto previsto dalla delibera, dovrà dunque trovare una nuova collocazione. Visti i precedenti, non è difficile prevedere polemiche a tal proposito, come avvenuto nel 2010, quando nel corso della prima amministrazione Ferretti l’oratorio fu sfrattato da Montalbano e spostato nei locali presso gli uffici sanitari di via Frascata, ritenuti inadeguati alle proprie esigenze dagli oratoriani, sino al ritorno nel 2014 presso Montalbano per volontà dell’amministrazione guidata dal sindaco Cosimo Pomarico.

Oria: Parco Montalbano centro culturale con biblioteca e museo. Via l’oratorio

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO