Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: “Non ho fatto niente”, spettacolo teatrale sul bullismo nelle scuole

Cultura

Scritto da il 30 Maggio 2015 - 18:36

IMG-20150527-WA0017 Si è concluso il progetto di educazione alla legalità che ha visto coinvolti gli alunni delle classi I, II e III della scuola secondaria di primo grado del I Istituto comprensivo “De Amicis – Milizia” di Oria con la messa in scena dello spettacolo “Non ho fatto niente“ (indagine sul fenomeno del bullismo) a cura del regista Valentino Ligorio.

L’idea è stata quella di far confrontare direttamente i ragazzi sul tema del bullismo (e della legalità in generale) tramite il teatro, mostrare loro “come” la legalità non è – come si può comunemente pensare – una materia complessa e noiosa ma può essere un’occasione di riflessione per stare insieme, pensare insieme, confrontarsi, trovare insieme nuovi modi di vivere tutti i giorni attraverso singoli comportamenti che fanno la differenza.

Non si è voluto attraverso un laboratorio teatrale “insegnare” la legalità, “insegnare” a non cadere nella trappola del bullismo o insegnare a difendersi dai bulli ma – con e attraverso il teatro – proporre ai ragazzi di fare un’esperienza completa (fisica, emotiva, relazionale, riflessiva) per affrontare il tema delicato del bullismo in maniera partecipata, per trasmettere alle nuove generazioni dei modelli comportamentali di riferimento sani.

IMG-20150527-WA0034A partire da questa idea il progetto – portato avanti da Valentino Ligorio dell’associazione culturale “Menzatì” di Villa Castelli, fortemente voluto dalla dirigente scolastica Luciana Lovecchio, dai due collaboratori Flavio Delli Santi e Marzia Destradis con le due tutor docenti Rosanna Galiano e Vincenza Sternativo – ha mosso i suoi passi: fornire, grazie a dei supporti letterari e a delle pratiche di pedagogia teatrale, delle situazioni teatrali in cui far confrontare i ragazzi (gli attori) con i temi del bullismo e della legalità, per poi “mostrare” al pubblico come questo confronto (intellettuale, emotivo e fisico) sia necessario e imprescindibile per una buona vita in società.

Lo spettacolo è stato molto apprezzato per il messaggio che ha voluto offrire agli studenti ma anche agli adulti, quello cioè di riflettere sui comportamenti e sulle cause che scatenano gli atteggiamenti aggressivi e di prevaricazione degli adolescenti in alcune situazioni.

La rappresentazione è stata resa possibile anche grazie alla sensibilità di quegli imprenditori oritani che, credendo nel progetto, hanno sostenuto col loro contributo la realizzazione dello spettacolo stesso: la sig.ra Fabiola D’Antona, pub pizzeria “Il Castello”, Farina Fotografia, Denuzzo viaggi e turismo, Autofficina Patisso, “Officina del Gusto” enoteca e prodotti tipici, Agenzia Birtolo, “il Piacere” bar-pasticceria, “In legno” coperture in legno, Autoricambi Masiello Leonzio, “I Nuovi Sapori” pizzeria, Hair Fashion, Alfa copisteria, Ottica Alighieri, “Mytos” scarpe ed accessori, La Belle Epoque.

Oria: “Non ho fatto niente”, spettacolo teatrale sul bullismo nelle scuole

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO