Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: l’offerta turistica della coop. Nuova Hyria per il 2 giugno

Eventi

Scritto da il 30 Maggio 2012 - 1:32

A seguire comunicato stampa della cooperativa turistica Nuova Hyria.

Dettaglio della facciata della Basilica Cattedrale di Oria

La Basilica Cattedrale riapre le sue porte e i suoi tesori per l’appuntamento del 2 e 3 Giugno. Continuano con successo le iniziative turistiche della Cooperativa Nuova Hyria. Arte, cultura, storie e leggende, saranno le protagoniste del nuovo e  ricco appuntamento preparato per l’occasione.  All’interno dell’imponente monumento sarà attivo un servizio di Visite Guidate e per l’occasione, al servizio dei turisti, un servizio di prima accoglienza e di  Informazione Turistica, con orario continuato dalle 9,00 alle 21,00. Inoltre la mattina del 2 Giugno sarà eccezionalmente aperto anche Palazzo Martini e la mostra “Pagine di Scavo” (orario 9,00 – 13,00) con i reperti archeologici ritrovati nella città negli ultimi trent’anni, tra cui anche alcuni ritrovati durante gli ultimi restauri del Castello.

Per l’intera giornata sarà possibile ammirare l’ostensione, nel nuovo allestimento, dei Santi Medici Cosma e Damiano e i loro Fratelli. Negli Ipogei, in origine cimiteri sotterranei, i Tesori della Cattedrale e nella Cripta dell’Arciconfraternita della Morte (o delle Mummie), si visiterà l’antico Oratorio del XVII sec. con le statue della Passione  e l’antica Cripta del XV sec. con i cadaveri disidratati dei membri dell’Arciconfraternita, che faranno rivivere l’impresa di Otranto del 1481 e il rito della mummificazione. In via eccezionale è stata riallestita la mostra nei locali della Sacrestia degli “Argenti dei Santi Patroni”, eccezionale esposizioni degli ori e degli argenti che “vestono” le statue dei SS. Medici e di San Barsanofio durante le processioni solenni. Il Santuario di San Cosimo alla Macchia, poco distante da Oria, ospita il Museo Etnografico Regionale Pugliese (Museo della Civiltà Contadina Pugliese) con 3 ampi saloni  dedicati al Mondo Contadino ,alla Vita Sociale ed ai Mestieri Scomparsi, che si fa ammirare come tra i più grandi d’Italia con i suoi oltre 5000 pezzi. Con Foto, Arredi, ricostruzioni di ambienti racconta la cultura contadina ed artigiana degli ultimi due secoli, che sarà eccezionalmente riportata alla luce dal racconto del proprietario, Gerardo Andriulo, presente tutto il giorno a disposizione dei visitatori Per la Festa della Repubblica, esposti anche reperti delle due guerre mondiali e una bandiera italiana risorgimentale.  Inoltre a disposizione di bambini e curiosi, anche una vastissima collezione di conchiglie, di farfalle, di insetti e di reperti provenienti dall’Amazzonia, esempi di un paesaggio naturale ormai quasi scomparso. Tra gli ultimi oggetti ritrovati ed esposti, alcuni arnesi di tortura, utilizzati dall’Inquisizione, come le “Maschere della Vergogna”, una Berlina e una Ghigliottina usata nel 1800 a Lecce e Catanzaro e rari e curiosi oggetti  di detenzione, come la “Palla al piede”.

Per informazioni: 335 7261616 – 3203789070 – 3382655360.

E-mail: nuovahyria@libero.it

www.visiteguidateoria.com

Oria: l’offerta turistica della coop. Nuova Hyria per il 2 giugno

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO