Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Il suicidio non è la soluzione

Editoriale

Scritto da il 25 maggio 2012 - 16:34

Ormai da mesi assistiamo ad un incosciente bombardamento mediatico che, martellando quotidianamente il comune sentire, lascia intravedere il suicidio come conseguenza estrema dei problemi economici o personali.

Tutto ciò a danno di chi sta attraversando un periodo di depressione o difficoltà, che nell’ascolto e nella lettura di simili notizie potrebbe trovare la tragica motivazione per compiere un gesto estremo, la follia di un attimo.

Senza entrare nello specifico dei singoli casi, in maniera abbastanza dura riteniamo un dovere quello di evidenziare che Equitalia, il Governo o chi altri, se ne sbattono altamente del sacrificio del singolo.

Tra l’altro, alcuni degli episodi raccontati di continuo quali conseguenze di debiti o di cartelle esattoriali, sono verosimilmente riconducibili ad altre forme di malessere. Situazioni dolosamente condite dalla stampa (giusto per non dire inventate) con la parola “crisi”, tanto di moda in questa fase storica.

Scegliere un male permanente, come la morte, per un problema temporaneo, è una soluzione pessima. Prima di arrivare a tanto sarebbe più semplice rivolgersi ad un famigliare, sfogarsi con un amico, andare dal proprio medico di fiducia o cercare l’aiuto di un esperto presso un consultorio.

Non è mai esistito e non esiste neppure in questo periodo un alibi valido per rinunciare alla propria vita e per rovinare quella di chi ha il coraggio, la voglia e il piacere di restare ad assaporare gioie e dolori dell’esistenza umana.

Noi giornalisti invece dovremmo imparare a fare più spesso silenzio, perché in alcune vicende esso rappresenta il vero e unico interesse pubblico.

Il suicidio non è la soluzione

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO