Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria, festa di San Lorenzo: novità e ritorno alla tradizione

Eventi, Religione

Scritto da il 9 agosto 2016 - 12:36

La chiesa di San Lorenzo

La chiesa di San Lorenzo

Gli oritani sono particolarmente devoti a San Lorenzo e “affezionati” alla sua festa, celebrata ogni anno il 10 agosto nella chiesa rurale posta a nord del centro abitato, a pochi passi dalla stazione ferroviaria, da cui prende nome l’intera contrada.

La chiesa di San Lorenzo, edificata nel XVII secolo su preesistenti strutture medievali, era anticamente dedicata alla Madonna della Croce. L’intitolazione a San Lorenzo risale al tardo XVIII secolo, prima affiancata all’antico titolo mariano, poi divenuta esclusiva. La tradizione vuole che presso questa chiesa giungessero i nuovi vescovi di Oria e trovassero un cavallo bianco offerto dalla comunità cittadina; da qui poi raggiungevano la cripta di San Barsanofio per vestire i paramenti e poi entrare in città per la presa di possesso canonico della sede vescovile. Una storia importante per questa chiesa che aggrega attorno a sé devoti soprattutto nel periodo estivo.

Un gruppo di giovani volontari, integrato da nuove presenze, affianca quest’anno la famiglia Greco, proprietaria della chiesa di San Lorenzo, nell’organizzazione dei festeggiamenti che saranno ricchi di novità e recupereranno la tradizione.

Da lunedì scorso 1 agosto ogni sera alle ore 19.00 nella chiesa è celebrato il santo Rosario. Oggi, 9 agosto, alle ore 19.00 sarà celebrata la santa Messa e al termine ci sarà la processione con l’effigie di San Lorenzo per le principali strade della contrada omonima.

Domani, mercoledì 10 agosto, giorno della festa, sarà celebrata la santa Messa alle ore 8.00 e alle ore 10.30; quest’ultima sarà animata dal coro polifonico “Beato Francesco da Durazzo”. Alle ore 17.00 sarà recitato il santo Rosario; importante novità di quest’anno sarà la processione e cavalcata di San Lorenzo per le vie della città, che partirà alle 18.00 e si snoderà secondo il seguente itinerario: chiesa di San Lorenzo, sottopassaggio di via Virgilio, via Spirito Santo, via Eduardo De Filippo, viale Regine Margherita, via XXIV maggio, via San Lorenzo, via Giacinto d’Oria, piazza Lama, via Tommaso Martini, via Tripoli, via Latiano, via Virgilio e rientro alla chiesa di San Lorenzo. La processione in città, ora recuperata, era un ricordo sbiadito, non tenendosi più da diversi decenni. Al rientro della processione sarà celebrata la santa Messa presieduta da don Domenico Spina, parroco di “San Francesco d’Assisi” in Oria.

La serata sarà animata da un ricco programma civile. Alle ore 20.30 si esibirà il gruppo di musica popolare “I Sarchiatoria” che condurrà il pubblico nella riscoperta di una bella tradizione tipica di questa festa: la “spaccata ti li muluni”. Alle ore 21.30 ci sarà lo spettacolo pirotecnico, seguito – alle ore 22.00 – dallo spettacolo di ballo condotto da Nico Tursi, con la partecipazione di ballerini provenienti da diverse scuole del territorio. Nella festa sarà allestito anche un percorso di stand gastronomici curato da aziende oritane.

La festa di San Lorenzo apre la serie delle feste religiose nell’agosto oritano: seguiranno infatti, a pochi giorni di distanza, le feste della Madonna di Gallana, del Crocifisso e quella di San Barsanofio, patrono e protettore della città e della diocesi di Oria.

Oria, festa di San Lorenzo: novità e ritorno alla tradizione

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO