Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria: domenica si apre il Giubileo della Misericordia

Eventi, Religione

Scritto da il 11 dicembre 2015 - 23:38

Il vescovo Vincenzo Pisanello

Il vescovo Vincenzo Pisanello

Fervono i preparativi per l’apertura del Giubileo della Misericordia nella Diocesi di Oria; le celebrazioni si terranno domenica prossima 13 dicembre, ovviamente nel capoluogo diocesano.

LA CELEBRAZIONE

Alla celebrazione di apertura della Porta della Misericordia, che sarà presieduta dal vescovo Vincenzo Pisanello, sono invitati tutti i fedeli e le persone di buona volontà della Diocesi di Oria.

I partecipanti alla celebrazione si raduneranno presso il Seminario diocesano di Oria, in piazza San Giustino de Jacobis, dove si terrà il rito di introduzione; successivamente ci si dirigerà in processione verso la Basilica Cattedrale dove il vescovo Vincenzo Pisanello aprirà la Porta della Misericordia avviando così l’anno giubilare.

Cliccando qui è possibile consultare la notificazione diffusa dall’Ufficio liturgico diocesano in merito alla celebrazione di solenne inizio del Giubileo della Misericordia.

GARANTIRE LA SICUREZZA

La Diocesi di Oria, nel comunicato diffuso questa sera, puntualizza: “Per ottemperare correttamente alle misure di sicurezza disposte dalle competenti autorità, si pregano i partecipanti di convenire presso il Seminario diocesano alle ore 16.00, giungendo a Oria in tempo utile per permettere alle forze dell’ordine di effettuare i dovuti controlli e mettere in atto le necessarie misure di tutela”.

L’Amministrazione comunale di Oria sottolinea: “Al fine di garantire la sicurezza dei fedeli che si recheranno presso la nostra città, la Questura di Brindisi, nel Comitato Provinciale della Sicurezza Pubblica, ha predisposto uno specifico dispositivo di filtraggio delle persone che vorranno confluire nella zona interessata alla celebrazione; considerato che tali operazioni potrebbero creare dei rallentamenti agli accessi predisposti; si invitano i fedeli che vorranno assistere alla Cerimonia di apertura del Giubileo di anticipare quanto più possibile l’arrivo nella nostra città. Si precisa che il dispositivo di sicurezza verrà messo in atto dalle ore 14.00 e che il Corpo di Polizia Locale di Oria ha predisposto degli specifici spazi di sosta riservati alle auto ed ai bus al servizio dei fedeli situati in via Erodoto di Alicarnasso, via B. Marsella e via Crocefisso”.

IL RITO

Alle ore 17.00 in piazza San Giustino de Jacobis, il Vescovo, i sacerdoti concelebranti e i diaconi, indossate le vesti liturgiche, assieme al popolo radunato avvieranno la celebrazione con il rito di introduzione. Sarà proclamato il Vangelo secondo Luca riguardante la parabola della pecora smarrita; seguirà la lettura della Bolla di indizione del Giubileo emessa dal Papa.

Si comporrà poi la processione che si dirigerà verso la Basilica Cattedrale, aperta dal turiferario con il turibolo fumigante cui seguirà un ministro che porta la croce; ai suoi lati, i ministri con le candele accese. Poi il diacono che porta il libro dei Vangeli, quindi il Vescovo e dietro di lui, i sacerdoti, gli altri ministri, i sindaci delle città e dei comuni della Diocesi di Oria con i gonfaloni e gli agenti di Polizia municipale in alta uniforme, tutti i fedeli.

Giunti in piazza Cattedrale, il Vescovo in silenzio si avvicinerà alla Porta della Misericordia (la porta laterale destra, guardando la facciata) e la aprirà spingendola con le due mani, mentre le chiarine dei quattro gruppi sbandieratori e musici di Oria squilleranno solennemente. Due suore ungeranno con profumi i due battenti della porta santa e precederanno la processione aperta del Vescovo e composta dai fedeli spandendo per la Cattedrale petali di fiori.

Seguirà la celebrazione della santa Messa; al termine il vescovo Pisanello renderà omaggio alla Vergine Maria, madre della misericordia.

LE CURIOSITÀ

  • L’organizzazione delle celebrazioni giubilari è coordinata dall’Ufficio liturgico diocesano, diretto da don Salvatore Rubino; don Rubino ha già curato – da giovanissimo sacerdote – tutte le celebrazioni del Giubileo del 2000, tra cui anche sante Messe in diretta televisiva su Rai 1.
  • In occasione di questo importante e storico evento, il vescovo Pisanello ha concesso la straordinaria licenza di esclaustrazione alle monache di clausura delle due comunità presenti in diocesi: le Benedettine e le Clarisse di Manduria; in via eccezionale dunque le monache potranno uscire dal monastero.
  • Per il corretto svolgimento della celebrazione saranno impegnati ben quattro cerimonieri che coordineranno il complesso servizio liturgico.
  • Si prevede che alla celebrazione parteciperanno circa 100 sacerdoti.
  • Oltre alla collaborazione dell’Amministrazione comunale e delle forze dell’ordine, importante è stato anche l’aiuto offerto dai quattro Rioni della Città che collaborano per l’accoglienza dei fedeli provenienti da tutti i comuni della diocesi; i gruppi musici e sbandieratori di Oria invieranno le proprie chiarine che saluteranno l’apertura della Porta Santa. Inoltre è stato costituito un servizio d’ordine curato dai volontari delle parrocchie oritane.
  • Il vescovo Pisanello ha stabilito che oltre alla Basilica Cattedrale di Oria, sarà “chiesa giubilare” anche il Santuario di San Cosimo alla Macchia, in ragione dell’ingente flusso di pellegrini e delle migliaia di fedeli che ogni settimana partecipano lì alla santa Messa e si accostano al sacramento della confessione. La Porta della Misericordia presso il santuario dedicato ai Santi Medici sarà aperta con un’analoga celebrazione domenica 20 dicembre alle ore 17.00. La porta santa del Santuario è quella laterale sinistra, guardando la facciata.
  • Fin dalla stessa serata di domenica sarà possibile varcare la soglia della Porta della Misericordia della Basilica Cattedrale di Oria; da quella porta sarà possibile solo entrare ma non si potrà uscire. Tale norma ha valore simbolico forte che risiede nel fatto che una volta ricevuta la misericordia di Dio, questa rimane per sempre con la persona di buona volontà.
  • Nella settimana che intercorre tra l’apertura della porta santa nella Basilica Cattedrale (13 dicembre) e nel Santuario di San Cosimo (20 dicembre), la Caritas diocesana di Oria organizzerà una raccolta alimentare per i bisognosi della diocesi; l’iniziativa culminerà sabato 19 dicembre a Ceglie Messapica.
Oria: domenica si apre il Giubileo della Misericordia

Argomenti correlati: , ,

COMMENTA L'ARTICOLO