Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria, confraternita dell’Immacolata: il Consiglio eletto è interamente “rosa”

Religione

Scritto da il 25 Ottobre 2012 - 19:54

Si sono concluse da poco le operazioni di voto nell’assemblea della Confraternita dell’Immacolata in Oria che hanno rinnovato il Consiglio direttivo e la carica priorale secondo le nuove disposizioni emesse appena pochi mesi addietro dal vescovo Vincenzo Pisanello.

I confratelli e le consorelle riuniti presso l’Oratorio della Confraternita, sito nello storico locale dell’Ospedale Martini, hanno confermato alla carica priorale per il quadriennio 2012/2016 la priora uscente Anna Vecchio che sarà affiancata nel Consiglio da Pasqualina Calò e Anna Farina. Una dirigenza interamente “rosa” quella della confraternita oritana – la terza per antichità sulle quattro presenti in città – che certamente è eccezione alle consuetudini di tali associazioni laicali.

Hanno presenziato alle operazioni di voto, conclusesi poco dopo le 18.30, don Daniele Conte (delegato diocesano per la Confraternite), don Domenico Spina (parroco di San Francesco d’Assisi” in Oria e padre spirituale della Confraternita) e Vito Corvino (delegato della Consulta diocesana delle Confraternite).

Appena sono terminate le operazione di spoglio delle schede elettorali, la confermata priora Vecchio ha prestato giuramento davanti al delegato vescovile don Conte.

Ora il Consiglio provvederà a eleggere al suo interno il vicepriore (o meglio, in questo caso, la vicepriora) e dovrà conferire le cariche di cassiere e segretario anche all’esterno del Consiglio stesso; indiscrezioni riferiscono che alla carica di segretario potrebbe essere confermato Salvatore Toma, già commissario vescovile della Confraternita nell’anno 2007-2008 e segretario nell’appena trascorso quadriennio.

Oria, confraternita dell’Immacolata: il Consiglio eletto è interamente “rosa”

Argomenti correlati: , , ,

COMMENTA L'ARTICOLO