Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Oria, arriva la Commissione paesaggistica comunale

Scritto da il 3 Novembre 2011 - 14:04

Importante novità per la macchina amministrativa del Comune di Oria: infatti la Giunta comunale oritana ha terminato l’iter necessario per dotarsi di una Commissione paesaggistica, ricevendo la scorsa settimana dalla Regione Puglia l’assenso definitivo.
Un organo di controllo necessario per la città e soprattutto per la cittadinanza, considerando che larghissima parte del territorio comunale è sottoposto a vincolo paesaggistico, fattore determinante – accanto ai beni monumentali – a rendere Oria centro di rilevante importanza artistica e culturale. Fino a ora, ciò ha richiesto per ogni modifica a prospetti e costruzioni siti nelle zone soggette a vincolo, il rilascio del nulla osta da parte della Regione Puglia, con tempi di attesa lunghissimi a volte superiori all’anno solare.
D’ora in poi sarà dunque la Commissione paesaggistica comunale a dover analizzare autonomamente le richieste e rilasciare i relativi nulla osta, riducendo decisamente i tempi soliti e snellendo notevolmente la burocrazia. Concreto impulso sarà dato anche all’attività edilizia del territorio, alimentandone positivamente l’indotto economico.
La Regione ha dunque dato l’ultimo e definitivo placet, permettendo alla Commissione di entrare in attività e potendo operare fin dalla prima riunione. I membri della Commissione paesaggistica, cinque tecnici professionisti di vari ambiti, sono già stati adeguatamente selezionati e rimarranno in carica per un triennio.
Soddisfazione in merito è stata espressa dall’amministrazione comunale oritana che ringrazia l’Ufficio tecnico comunale per aver debitamente condotto quest’operazione di “affrancamento” dell’Ente comunale dalla precedente struttura di competenza regionale.

Oria, arriva la Commissione paesaggistica comunale

Argomenti correlati: , , , , ,

COMMENTA L'ARTICOLO