Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Nasce “Training is my doping!”, un avvocato di Oria tra i fondatori

Sport

Scritto da il 29 Maggio 2010 - 17:23

Un braccialetto viola è il simbolo dell’iniziativa che è stata presentata durante i Campionati Nazionali Universitari Primaverili 2010 che si sono svolti in Molise dal 21 al 29 maggio.

«Dopo mesi di lavoro e preparazione è nato un grande movimento per la trasparenza e la lealtà nello sport, che unisce tanti atleti del panorama sportivo nazionale ed internazionale e che si chiama Training is my doping!L’allenamento è il mio doping». Così l’Avvocato Gianpiero Orsino, da sempre attivo nel mondo dello sport come atleta ed oggi anche professionalmente, essendo uno dei maggiori esperti italiani in materia di diritto sportivo, ha commentato il lancio dell’Associazione fondata insieme al dott. Luciano Lazzaro (Presidente) e al Dott. Dario Ricci.

Il progetto Training is my doping! è stato presentato al pubblico durante i nove giorni di gara dei CNU (Campionati Nazionali Universitari) tenutisi in Molise dal 21 al 29 maggio, che hanno visto l’attiva partecipazione di oltre 6000 atleti e dei 49 Centri Universitari Sportivi Italiani.

L’Associazione che ha già ottenuto numerose adesioni, persegue la filosofia di uno sport senza doping, in cui l’unico elemento capace di innalzare le prestazioni sportive è l’allenamento, e si prefigge di collaborare attivamente con gli Organismi sportivi, CONI e Federazioni.

Simbolo dell’iniziativa un braccialetto viola, indossato dagli atleti aderenti. Un colore che nasce dalla fusione della rossa passione per lo sport e della trasparente lealtà che appartiene ad ogni Atleta, blu come un cielo terso o il mare lucente.

L’avvocato oritano Gianpiero Orsino ha affermato: «Training is my doping, nasce da una sfida ad un rivale sleale degli atleti e dello sport, il doping. Training is my doping significa passione, felicità, salute, rispetto per gli altri e per se stessi, competere, vincere, perdere, rialzarsi, faticare, gioire, riprovare, ricominciare ed essere fieri di aver fatto tutto con la propria volontà, la propria forza, il proprio coraggio, la propria determinazione».

Un progetto con basi solide e con un intento altamente condivisibile di cui sentiremo presto parlare per nuove iniziative in ambito nazionale.

Nasce “Training is my doping!”, un avvocato di Oria tra i fondatori

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO