Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Mini Elicotteri Spia Radiocomandati, la nuova frontiera della guerra

Scienza e Tecnologia

Scritto da il 3 febbraio 2013 - 20:21

mini-elicottero-spia-rcElicotteri spia miniaturizzati utilizzati in prima linea in guerra, sono la novità annunciata dal Ministero della Difesa inglese. Sono stati impiegati per la prima volta dalle truppe britanniche in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione QALB.

Gli elicotteri spia nani, particolarmente utili nelle aree urbane, consentono di individuare i nascondigli nemici e le loro catene di approvvigionamento.

Anche se di piccole dimensioni, tali sistemi sono ricchi di funzionalità e hanno gradi sempre più elevati di automazione.

Possono includere, tra l’altro, sistemi GPS e collegamenti dati/video ad alta velocità, ma anche sensori di assetto e sistemi inerziali che consentono di integrare la capacità di auto-orientarsi e navigare anche senza un segnale GPS costante, persino all’interno di edifici.

Questi velivoli, che possono pesare meno di 25 grammi ed essere mimetizzati con le più svariate forme di piccoli volatili, saranno in futuro sempre più specializzati a seconda dei compiti a loro assegnati. Potranno così non solo fungere da aerei spia, ma addirittura integrare sistemi anti-uomo: divenendo delle armi micidiali.

Il rilevamento e il contrastato dei mini UAV (Unmanned aerial vehicle – trad. dispositivo Aeromobile a pilotaggio remoto), secondo gli esperti britannici, sarà sempre più difficile per i nemici, in particolare se tali dispositivi dovessero essere dispiegati in gran numero.

Rimangono comunque alcune limitazioni operative importanti, riguardanti in particolare l’alimentazione adeguata e il funzionamento in condizioni ambientali critiche come pioggia, vento, polvere. Lo studio di sistemi energetici alternativi, come pannelli fotovoltaici, e di materiali e forme differenti contribuirà a rendere nei prossimi anni sempre più affidabili e versatili questi concentrati di tecnologia.

Non è comunque difficile immaginare che, a breve, tali spie volanti possano trovare impiego anche in ambito civile, per operazioni e intercettazioni messe in atto dalle forze di polizia.

Chi ha introdotto il termine “cimici”, per riferirsi alle microspie, ci aveva visto lungo, infatti tutto ciò ora è realtà.

Nelle seguenti foto, si vede il sergente Scott Weaver, dei Queens Royal Lancers, mentre utilizza un Black Hornet. Si tratta di un UAV (Unmanned aerial vehicle) nano, cioè di un dispositivo Aeromobile a pilotaggio remoto totalmente miniaturizzato.

Elicotteri Spia RC Nano

Micro Elicottero Spia RC

Elicottero Spia Radiocomandato

Elicotteri Spia Nano

Elicottero Spia Spy Cam

Elicottero Spia dimensioni ridotte

Mini Elicotteri Spia Radiocomandati, la nuova frontiera della guerra

COMMENTA L'ARTICOLO