Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

I Messapi riprendono vita a Manduria

Cultura, Eventi

Scritto da il 23 luglio 2016 - 13:28

Un evento dedicato all’antico popolo del Salento che fondò a Oria la sua capitale.

cerva regiaDomenica 24 luglio, nel parco archeologico delle Mura Messapiche di Manduria, l’associazione culturale Cerva Regia presenta la seconda edizione di “Scegnu – scene di vita quotidiana in epoca greco-messapica”.

L’evento, patrocinato dal Comune di Manduria, unisce, al fascino di un’area di scavo cosi vasta e ricca di testimonianze, l’emozione di trovarsi all’interno di un insediamento con ricostruzioni filologiche in scala reale di ambienti completi di arredi e animati da drammatizzazioni di attività della vita quotidiana del V secolo a. C. attraverso il metodo della rievocazione storica.

Lo scopo della manifestazione è quello di far “toccare con mano” la storia dell’antico popolo, che per secoli dominò questa parte della Puglia, “ Il Salento”. Una terra che fu difesa dai continui attacchi di popolazioni nemiche quali i greci della vicina Taranto. Questi però non furono solo portatori di guerre, ma grazie agli scambi commerciali e ai rapporti culturali, ampliarono il sapere del vivere quotidiano, della religione, della politica, dell’arte e della cultura in generale dei Messapi.

L’appuntamento è per le 18:30 con l’apertura del villaggio storico, nel quale abili artigiani storici illustreranno le tecniche e i manufatti in uso, la coniazione delle monete, donne che tessono al telaio verticale con fibre naturali, giochi storici, mosaicisti all’opera, ricostruzione di antichi strumenti musicali, i bambini a scuola come duemila anni fa, l’esposizione di armi e armature. Saranno mostrate anche fasi della preparazione atletica dei giovani prima delle gare e del lancio delle frombole, in collaborazione con l’associazione sportiva di atletica leggera – Body Angel di Manduria.

Alle ore 20:00 le note degli inni ellenici, cantate da Simona Cucci, ricercatrice storica di Taranto, condurranno al Simposio di Platone alla scoperta dell’amore con il “Discorso sul Mito” dell’attore teatrale Vittorio Continelli, esperto conoscitore della mitologia greca.

A seguire gli opliti (soldati dell’Antica Grecia) dell’associazione culturale “I Cavalieri de li Terre Tarantine” di Taranto, illustreranno l’aspetto militare: le armature e tecniche di combattimento singolo e in schieramento e la particolarissima “Danza pirrica”.

I Messapi riprendono vita a Manduria

Argomenti correlati: ,

COMMENTA L'ARTICOLO