Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Massimiliano Memmola, sub esperto che sul web invitava alla sicurezza

Cronaca

Scritto da il 1 Luglio 2014 - 9:56

Massimiliano Memmola

Massimiliano Memmola

Erano grandi la passione e l’esperienza di Massimiliano Memmola per il mondo dell’apnea, tanto da aver dedicato all’argomento un forum sul web molto frequentato e una pagina facebook, con tantissime discussioni sulle diverse tecniche di “Caccia in apnea” e molte iniziative che erano ancora in corso.

Aveva posto molte volte l’accento sul tema della sicurezza e «Pesca in sicurezza» era il motto lampeggiante che aveva impostato come titolo di tutte le pagine del forum che amministrava.

Le insidie del mare però sono infinite e forse ieri pomeriggio è accaduto l’imprevedibile: un malore o un incidente, che ha strappato Massimiliano all’affetto dei familiari, della fidanzata e dei tanti amici.

Ecco un post di Massimiliano del gennaio scorso, in cui evidenziava le insidie dell’apnea ribadendo in maiuscolo che «un pesce non vale la nostra vita».

Questa disciplina oltre ad essere molto complessa e difficile risulta essere molto pericolosa se non si conoscono i propri limiti, si raccomanda a chi comincia di fare domande su qualsiasi cosa a chi è più esperto; di documentarsi e di fare se possibile un corso di apnea per avere le idee chiare sulla disciplina scelta.

La sicurezza per noi pescatori o apneisti è fondamentale essendo discipline che richiedono tempo e sacrificio ma ricambiano in maniera sublime le condizioni psicofisiche di chi le pratica, portando il praticante a non poterne fare più a meno!

Principali accorgimenti sulla sicurezza:

Non immergerti se non sei in perfette condizioni psicofisiche e se non sono passate almeno 4 ore dal pasto o due da uno spuntino.

Effettua il controllo medico specialistico periodico almeno una volta all’anno e un corso di immersione in apnea presso una scuola qualificata.

Non iperventilarti ma immergiti dopo una o due profonde ventilazioni.

Immergiti sempre legato ad una cima fissata al galleggiante segnasub (bandiera rossa con striscia diagonale bianca visibile a 300 metri) e in equilibrio idrostatico leggermente positivo.

Immergiti sempre con almeno un’altra persona in modo da effettuare le apnee alternativamente cosicché il sub in superficie possa controllare a vista il compagno in immersione.

UN PESCE NON VALE LA NOSTRA VITA

Massimiliano Memmola, sub esperto che sul web invitava alla sicurezza

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO