Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Manduria: le apparizioni mariane non sarebbero autentiche

Religione

Scritto da il 27 Gennaio 2012 - 14:27

Diocesi di Oria - Messaggio del Vescovo Mons. Vincenzo PisanelloVa avanti da ormai vent’anni la storia della manduriana Debora Marasco Muscogiuri, che dal 1992 si dice destinataria di mistiche esperienze nelle quali apparirebbe con cadenza mensile la Vergine Maria.

A una superificiale indifferenza dei primi tempi seguì, a partire dal 1998, un’approfondita indagine da parte del vescovo pro tempore Marcello Semeraro che non appose il suo placet alle esperienze della Marasco. Intanto, nel corso degli anni, la veggente manduriana ha ingrossato le fila dei suoi sostenitori, mettendo su un vero e proprio santuario dalle varie denominazioni, allocato all’uscita di Manduria in una traversa della strada che conduce a San Cosimo e indicato da una grande croce. Il posto è particolarmente curato, avendo una cappella interna che tra l’altro reca sulla facciata – impropriamente – le insegne papali, esclusiva prerogativa delle basiliche.

Senza entrare nel merito della faccenda, compito esclusivo delle autorità ecclesiastiche e di adeguati uffici scientifici, la ventennale storia delle appariazioni mariane in terra messapica ogni tanto ritorna alla ribalta della cronaca non solo locale; del resto le esperienze di Debora Marasco – che ora è sposata e gestisce un’attività imprenditoriale nella sua città – hanno da tempo travalicato i confini della diocesi oritana, approdando addirittura all’estero, come testimoniano diversi siti web che dedicano spazio al suo caso. Diversi fra questi siti recano anche dichiarazioni di sacerdoti che si sarebbero espressi favorevolmente nei confronti della Marasco e delle sue apparizioni.

A ripuntare i fari sulla vicenda negli ultimi giorni un decreto del vescovo di Oria Vincenzo Pisanello dichiarante senza mezzi termini che le asserite esperienze mistiche sono da ritenersi non autentiche. Il documento episcopale, visibile integralmente qui, recepisce senza riserve le decisioni assunte dai presuli oritani predecessori di Pisanello e avverte la Marasco che la sua persistenza nel diffondere quanto riguarda le sue presunte apparizioni potrebbe costarle automaticamente l’interdetto. Inoltre a tutti i presbiteri è vietato officiare culti e liturgie che facciano riferimento alle esperienze di Debora Marasco e ai fedeli di aderirvi. Vigilerà al riguardo l’arciprete della città di Manduria.

Certo è che il provvedimento del vescovo Pisanello segna un punto di non ritorno in questa storia i cui esiti potrebbero essere tutt’altro che prevedibili.

Manduria: le apparizioni mariane non sarebbero autentiche

Argomenti correlati: , , ,

COMMENTA L'ARTICOLO