Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Gli appuntamenti di Pasquetta ad Oria, con la Cooperativa Nuova Hyria

Eventi

Scritto da il 29 Marzo 2013 - 12:49

Oria vista dal Castello Svevo

Oria vista dal Castello Svevo

Il giorno di Pasquetta Oria apre le sue porte e i suoi monumenti a tutti i turisti che vorranno passare un’indimenticabile giornata, immersi in un’atmosfera di arte, cultura, storie e leggende. Attraverso il centro storico, ricostruito sull’antico quartiere ebraico, si scorgono le mura e le Torri del Castello Svevo, mentre si raggiunge la maestosa Basilica Cattedrale.

Per l’occasione, i volontari della Cooperativa Nuova Hyria, con il patrocinio del Comune di Oria, Assessorato al turismo e alla Cultura, hanno organizzato le Visite Guidate ai Tesori della Basilica.

Dalle Statue, le Reliquie e gli Argenti dei Santi Medici Cosma e Damiano, agli Ipogei, antichi cimiteri sotterranei, oggi depositi e custodi di storie millenarie. La visita continua con la “Mostra degli Antichi Reliquari”, per la prima volta visibili ed esposti e la Cripta dell’Arciconfraternita della Morte (o delle Mummie).

Panorama di Oria

Panorama di Oria

L’Oratorio del XVII sec. ospita le bellissime statue della Passione  e, l’antica Cripta del XV sec., i cadaveri disidratati dei membri dell’Arciconfraternita, che faranno rivivere l’impresa di Otranto del 1481 e il rito della mummificazione.

L’affascinante visita alla città si completa con una passeggiata  al Santuario di San Cosimo alla Macchia, poco distante da Oria, dove il Museo Etnografico Regionale Pugliese (Museo della Civiltà Contadina Pugliese) con 3 ampi saloni  dedicati al Mondo Contadino ,alla Vita Sociale ed ai Mestieri Scomparsi si fa ammirare come tra i più grandi d’Italia con i suoi oltre 5000 pezzi. Con Foto, Arredi, ricostruzioni di ambienti ed una vasta collezione di giornali e riviste d’epoca, offre un ritratto fedele di storia passata e vissuta: la cultura contadina ed artigiana degli ultimi due secoli. Una vastissima collezione di conchiglie, di farfalle, di insetti e di reperti provenienti dall’Amazzonia, completano la collezione, testimone di un mondo ed un paesaggio naturale ormai estinto. Tra le ultime curiosità, reperti e oggetti di tortura dell’Inquisizione con le “Maschere della Vergogna”, una Berlina e una Ghigliottina usata nel 1800 a Lecce e Catanzaro e rari oggetti  di detenzione, come la “Palla al piede” e le manette.

Tutti i monumenti saranno eccezionalmente aperti tutta la giornata dalle ore 10,00 alle 20,00 con Visite Guidate curate dalle Guide della Cooperativa Nuova Hyria.

Per informazioni: 335 7261616 – 3203789070 – 3382655360. E-mail: nuovahyria@libero.it

Gli appuntamenti di Pasquetta ad Oria, con la Cooperativa Nuova Hyria

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO