Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Dossi artificiali sulle strade di Oria fuori norma? A verificarlo sarà il Ministero dei Trasporti

Informazioni

Scritto da il 29 Agosto 2008 - 21:06

La signora Lorenza Conte ci ha segnalato che, a seguito di suo ricorso, il 5 settembre verrà effettuata dai tecnici del Ministero dei Trasporti una verifica sui dossi artificiali installati in Oria in via Giacinto D’Oria, via Erodoto di Alicarnasso, via Fratelli Bandiera, via Cavour e via Mario Pagano.

Il ricorso ha richiamato l’attenzione del Ministero, mettendo in luce la presenza di suddetti dossi in alcune delle principali arterie cittadine.

Fatto in apparente contrasto con quanto dalle vigenti norme che invitano a non abusare di tali installazioni su strade molto trafficate e su itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento.

Approfittiamo dell’argomento per rinnovare l’invito da parte di Oria.info alla massima prudenza in auto, a limitare la velocità anche dove non ci sono dossi e ad allacciare le cinture di sicurezza.

Di seguito il testo integrale del ricorso:

RICORSO AL MINISTERO DEI TRASPORTI AVVERSO INSTALLAZIONE DOSSI ARTIFICIALI.
RICORSO GERARCHICO EX. ART.1 SS. D.P.R. N 1199/1971

Al Ministero dei Trasporti
Direzione Generale M.C.T.C DIV TRASPORTI
Via. Caraci, 36 – 00157 Roma
e p.c. Al Comune di Oria – rappresentante legale pro-tempore.

Ill.mo Sig. Ministro,
la sottoscritta Conte Lorenza nata a XXXXXX e residente in Oria XXXXX con il presente atto propone ricorso gerarchico ex. art.1 ss. d.p.r. n 1199/1971 avverso la installazione indiscriminata di dossi artificiali in violazione dell’art. 179. comma 5, del Regolamento di attuazione del Cds nel centro abitato del Comune di Oria. per i seguenti MOTIVI

IN FATTO e IN DIRITTO

l’art. 179. comma 5, del Regolamento di attuazione del Cds, che tratta dei Rallentatori di velocità, espressamente prevede che << I dossi artificiali possono essere posti in opera solo su strade residenziali, nei parchi pubblici e privati, nei residences, ecc.;
Ne è vietato l’impiego sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento >>
L’art. 3, punto 58 del Cds definsce Strada Residenziale la zona urbana in cui vigono particolari regole di circolazione a protezione dei pedoni e dell’ambiente, delimitata lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e fine. La direttiva Min.LL.PP. 24 ottobre 2000, pubblicata nella Gazz. Uff. 28 dicembre 2000, n. 301, al punto 5.6 tratta degli impieghi non corretti della segnaletica stradale complementare e ricorda che << una attenzione particolare meritano i dossi di rallentamento della velocità (art. 179 reg.) poiché è frequente un loro utilizzo indiscriminato (mentre il regolamento ne prevede l’impiego in casi particolari e con modalità di segnalamento molto precise), occorre che l’ordinanza che ne dispone l’impiego sia opportunamente motivata… i dossi prefabbricati devono essere approvati; quelli eventualmente collocati su itinerari di attraversamento dei centri abitati, lungo le strade più frequentemente percorse dai veicoli di soccorso, di polizia o di emergenza, devono essere rimossi. >>

La stessa direttiva rammenta che << il loro permanere in opera, in caso di incidenti riconducibili alla loro collocazione, può dar luogo a responsabilità in capo a chi ne ha disposto la collocazione o a chi non ne ha disposto la rimozione >>
Le strade interessate alla installazione indiscriminata dei dossi artificiali nel Comune di Oria sono Via Giacinto D’Oria e Via Erotodo di Alicarnasso, Via Fratelli Bandiera, Via Cavour e Via Mario Pagano che non possono certo essere definite strade residenziali dove è possibile la loro installazione, anzi l’art. 179 ne vieta l’installazione perchè sono strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento.
Via Giacinto D’Oria (dove sono stati installati due dossi artificiali a distanza di circa 150 metri)) costituisce arteria principale della circonvallazione interna, di attraversamento del centro abitato, oltre che itinerario obbligato dei mezzi di soccorso e di pronto impiego, analogamente a Via Fratelli Bandiera e Via Cavour (dove sono installati due dossi artificiali, e Via Erotodo di Alicarnasso (dove sono stati installati altri due dossi artificiali a distanza di pochi metri) è la principale strada di collegamento con la strada comunale Oria-Francavilla -Ostuti e con la strada provinciale Oria-Francavilla attraverso il raccordo di Vela oggetto di recente intervento di allargamento proprio per le sue caratteristiche di decongestione del traffico urbano.
Stesso discorso per la centralissima Via Mario Pagano dove sono stati installati altri e due dossi artificali.
Dette strada costituiscono, di fatto le uniche arterie che usualmente e obbligatoriamente, anche in assenza di itinerari alternativi, vengono percorse dai veicoli di soccorso e di pronto impiego e dai cittadini le cui condizioni di salute per particolari patologie vengono quotidianamente aggravate a causa dela presenza dei predetti dossi artificali.
Ricordato quindi che l’installazione dei c.d. “dossi artificiali”, aventi lo scopo di rallentare la velocita’ dei veicoli in transito, puo’ essere esclusivamente fatta nelle strade residenziali” ovvero in strade interne a zone residenziali come definite nell’art. 3 (comma 1, n. 58) del C.d.S.

P.Q.M

Voglia l’Autorita’ adita, in accoglimento del presente ricorso ed in conformita’ alle censure proposte, ordinare al comune di Oria la rimozione dei predetti dossi artificali
Oria, 3 giugno 2008

Con osservanza
Lorenza Conte

http://www.caporalato.it/

Dossi artificiali sulle strade di Oria fuori norma? A verificarlo sarà il Ministero dei Trasporti

Argomenti correlati: , , , , ,

COMMENTA L'ARTICOLO