Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Cpt Restinco (Brindisi): immigrato si cuce le labbra per protesta

Cronaca

Scritto da il 23 Maggio 2010 - 13:19

Alla base del gesto la mancata concessione di una telefonata ai figli.

Foto di repertorio

Un immigrato “ospite” presso il Centro di permanenza temporanea (Cpt) di Restinco, tra Brindisi e Mesagne, ha intrapreso una protesta autolesionista.

L’uomo, un cittadino afghano, al quale pare fosse stato impedito di mettersi in contatto con la famiglia e, in particolare, con i due figli, per due giorni di fila si è letteralmente cucito le labbra con ago e filo oltre ferirsi in varie parti del corpo con una lametta. L’episodio è stato reso noto dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

La prima volta l’afgano era stato condotto al Pronto soccorso, dove i medici gli avevano scucito le labbra e medicato le ferite, ed era stato subito dimesso e riaccompagnato al Cpt.

Ma il giorno seguente l’immigrato ha ripetuto l’insano gesto di protesta ed è stato ricondotto in ospedale, dove è stato ricoverato in modo coatto su ordinanza del sindaco.

Il Cpt di Restinco non è nuovo e episodi di protesta o ribellione, che nel corso degli anni si sono susseguiti.

Cpt Restinco (Brindisi): immigrato si cuce le labbra per protesta

Argomenti correlati: , ,

COMMENTA L'ARTICOLO