Questo sito utilizza Cookie propri ed esterni, anche a scopo pubblicitario e di profilazione. Continuando a navigare accetti il servizio.

CHIUDI

Oria.info Notizie

Tirocinio retribuito in Germania per 5 oritani, ultime ore per candidarsi

Informazioni

Scritto da il 29 gennaio 2016 - 14:43

MobiPro-EuImparare la lingua tedesca, svolgere un tirocinio orientativo per comprendere in cosa consiste la professione prescelta , firmare un contratto di apprendistato: questo è in sintesi il progetto MobiPro-Eu.

Con Mobi.Pro-Eu puoi entrare nel mondo del lavoro tedesco, costruire la tua carriera in Germania , in Europa e nel mondo.

Il Ministero Federale del Lavoro e degli Affari Sociali tedesco promuove, attraverso il programma Mobi Pro-Eu, “Promotion of vocational mobility of young people from Europe interested in vocational training”, la mobilità formativa dei giovani cittadini europei dando loro la possibilità di vivere in Germania ed acquisire una professionalità attraverso l’apprendistato, basato sul sistema duale. Tale sistema prevede 3-4 giorni/settimana di lavoro in azienda, per apprendere i “trucchi” del mestiere, fare un’esperienza di vita lavorativa e capire ciò che è importante osservare nei rapporti con i superiori e colleghi; e la frequenza di una scuola professionale per 8-12 ore di lezione/settimana per apprendere gli specifici contenuti tecnico- professionali e teorici del mestiere e approfondire altre materie complementari.

Hai i requisiti per partecipare? Scoprilo subito!

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 27 anni (non aver compiuto 28 anni alla data del 01.01.016, data di inizio del progetto);
  • Essere in possesso di diploma di diploma di scuola superiore.

Benefici previsti da Mobi pro-Eu per i partecipanti che verranno selezionati per fare l’ apprendistato in Germania:

  • Corso gratuito di lingua tedesca, che si terrà a Lecce, per il raggiungimento minimo del livello B1, in base al Quadro comune europeo di riferimento per le lingue;
  • Tirocinio orientativo in un’azienda tedesca della durata di 6 settimane. Anche durante questo periodo continuerà la formazione linguistica. Il periodo di tirocinio viene retribuito con 818 euro al mese, in modo tale che i giovani siano in grado di sostenere il costo della vita in Germania;
  • Retribuzione durante il Tirocinio orientativo e l’apprendistato: Anche durante questo periodo continuerà la formazione linguistica. Il periodo viene retribuito con 818 euro al mese, in modo tale che i giovani siano in grado di sostenere il costo della vita in Germania;
  • Assistenza socio-pedagogica e assistenza per l‘orientamento iniziale in Germania;
  • Rimborsi spese per il viaggio in Germania per il tirocinio, per l’apprendistato e per un viaggio a casa ogni 6 mesi durante tutta la durata della formazione. I rimborsi ammontano a 200 euro se la città di residenza dista meno di 500 km dalla città di destinazione, oppure a 300 euro;
  • Contributo iniziale: al momento dell’inizio dell’apprendistato, il giovane riceverà una somma di 500 euro per coprire le spese iniziali di sistemazione in Germania.

Per gli apprendisti che hanno un buon rendimento durante la formazione, ci sono buone probabilità che l’azienda, alla fine dell’apprendistato, li assuma in pianta stabile, ma con un diploma di formazione tedesco, apprezzato in tutto il mondo, trovare lavoro altrove non sarà certo un problema.

Grazie all’impegno profuso negli anni scorsi alla città di Oria è stato riconosciuto alla nostra città il privilegio di riservare per il bando cinque posti a giovani Oritani. Per ogni eventuale ulteriore informazione potete rivolgervi al referente sul territorio: Claudio ZANZARELLI 3282223331, oppure invia la tua candidatura con una e-mail a : eures@provincia.le.it entro e non oltre il 31 Gennaio p.v.
Nella e-mail indicare: 1) Oggetto: mobipro-eu 4.0 2) alleghee alla suddetta mail una copia del curriculum vitae in italiano ed in inglese salvato in PDF con il cognome e nome nel nome del file.

Tirocinio retribuito in Germania per 5 oritani, ultime ore per candidarsi

Argomenti correlati:

COMMENTA L'ARTICOLO